Blog: http://jaspersjoke.ilcannocchiale.it

sketchbook 034

"Sai cos'è che vi porta avanti? La vostra voglia di esserci, di esser lì. Magari di entrare dalla porta principale, quella meglio illuminata dai riflettori, e non di accontentarvi dei magri faretti che vi siete portati da casa e che riscaldano i vostri angoli. Sì quelli angoli che provvedete ad alimentare con un circolo di persone che a loro volta chiedono la vostra approvazione.
Dirsi bravi in un collettivo di otto elementi fa sentire forti. Voi custodi e elucubratori di una dottrina che non interessa ai più, che non porta fama nè gloria e soprattutto soldi.
Soldi? Dio, come sono venale…ma è con quelli che si va avanti e si alimenta il credo.
Le torri d'avorio non sono state mai abbattute perché voi contribuite a costruirle continuamente rinchiudendovi nel vostro mondo di critiche e di ipotetiche applicazioni che solo voi sapete condurre in porto (e che, una volta visti all'opera, il gusto che lasciate è tutto fuorché dolcezza e professionalità).
No, non c'è rabbia fino a qui se non delusione amara. Delusione amara e quasi ingenua davanti ad una cosa che si ripete in ogni mondo "culturale o artistico".
Una volta pensavo che essere in un determinato ambito, una nicchia, comprendesse una maggiore collaborazione tra le parti (fossero queste favorevoli e contrarie) al fine di portare all'attenzione di tutti quello che, nel bene o nel male, rappresentava il nostro ideale.
Se poi i colori sfumano o divergono nelle opinioni, questo non è negativo: dal caos si crea l'unico.

Ma così non è.
Scendendo nella nicchia, da un mondo mastodontico con realtà titaniche, trovo piccoli comuni, villaggi arroccati che detestano lo scambio e che sognano il potere dal basso delle loro pretese (create come? forse inculcate dall'alto dei cieli perché difetta di professionalità il vostro curriculum ed è più la passione che vi spinge a credere di esser "addetti").
Da quanti abitanti sono composti questi nuclei? Da uno massimo due. Siete isolati da tutto, raramente seguiti.
Prendetene atto.
L'umanità cerca altro…forse più frivolo forse più vero del vostro strisciante intellettualismo che maschera un gretto arrivismo e una misera sete di potere." 

Pubblicato il 23/11/2010 alle 15.57 nella rubrica sketchbook.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web