.
Annunci online

jaspersjoke
scrivo scrivo scrivo scrivo ...Cosa sono? Una rapa con un po' di barba...l'incompletezza come stile di vita
23 settembre 2007
ms
"ogni giorno  che passo per quel tratto di strada in cui hai perso il controllo"

Certe cose non hanno distanza nel tempo...
venti secondi o millenni fa...non c'è differenza.
Ti basta poco per riassaporare quei momenti e ricordare tutti i dettagli
...i gesti, le parole, gli sguardi, le sensazioni...le unghie che si conficcano
nel palmo della mano mentre il pugno si stringe e senti che ogni cosa
scivola via nella rabbia dell'impotenza...del non poter cambiare le cose...
la sfida e l'ultimo pensiero lucido...
"Sì, sto per perdere il controllo"
Poi di nuovo buio così come allora...
ogni cosa riaffiora e si immerge nuovamente...
Merci di una nave naufragata intente a giocare
nelle profondità del tuo inconscio e sempre pronte
a risalire in superficie quando sei distratto...

Non so se chiamarla malinconia, pentimento o oblio...
il farsi trasportare con il senno di poi...
sapendo che se ci fosse un'altra possibilità,
saremmo tutti bravi nel coglierla e migliorare
ogni cosa...

"per te che non ho conosciuto
per te che non scorderò mai"

forse è così...forse ho visto troppo poco...
e quel troppo poco l'ho spaccato...
le colpe sono bagagli che non andranno
mai persi a causa di check-in distratti...
le colpe sono gocce che non si asciugano
anche nel momento di sole più intenso...
le colpe non si ammettono
ma sono più chiare e lampanti di qualsiasi altra cosa...

"Se tutto questo cielo stesse in una cartolina
vorrei spedirla a chi ho lasciato solo"

Per te che non ho conosciuto - Perturbazione



permalink | inviato da jaspersjoke il 23/9/2007 alle 21:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
3 febbraio 2007
Calcio e Catania
...vediamo quanto dura l'indignazione... spero, di cuore, nella chiusura degli stadi al pubblico... ...almeno Sky e Quantaltro TV non perderanno i costosi diritti di trasmissione dato che sarà l'unico modo di vedere una partita... ...il "nuovo" genere umano mi spaventa...



permalink | inviato da il 3/2/2007 alle 8:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
29 gennaio 2007
teoria del salto multimediale
riuscissi a capir qualcosa dei tempi attuali... davvero...svegliarmi un giorno e dire "Ah, cavolo...almeno questa l'ho fermata e chiarita" semplice, semplice...mica grandi rigiri logici e panegirici vari...poche seghe e via...uhm, non è nel mio stile... allora mi sdraio e, con l'ennesima cicca in bocca, penso ai PC, gli amati PC...dal primo 286 al mio G4...ogni volta acquistarne uno con il senno che non sarebbe stato l'ultimo... perchè? perchè le cose si evolvono...i dati aumentano... la gestione dei frame raddoppia...le memorie si allargano...le immagini sono sempre più grandi e dettagliate... io sono così...ho sempre il modello vecchio in testa quando è richiesto quello di ultima generazione... quando gli input sono troppi, la mia memoria non li regge...quando le immagini scorrono troppo veloci la mia capacità RAMlogica non le segue allo stesso ritmo...quando tu scrivi sulla mia pelle, i tasti rimangono incastrati e solo pensieri interrotti vengono formulati... e i pezzi di ricambio o per espandere il modello sono fuori produzione... "Se aspettava 3 mesi, poteva prendere il nuovo nato della Casa Madre" ...al bancone di un centro informatico... ...la mattina allo specchio... chissà quale sarà il mio prossimo modello... tanto sarà già vecchio quando l'avrò... ...detestabile



permalink | inviato da il 29/1/2007 alle 2:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
17 gennaio 2007
evito gli specchi... non è facile, soprattutto la mattina quando ogni cosa è spenta e solo il lento ritmo dei tuoi piedi ti porta verso il primo obiettivo del risveglio... chiudo gli occhi per non vedere il riflesso...spengo gli interruttori per non pensare... è già un po' che non vedo il mio volto riflesso...forse un solo frammento ieri, oltre un bancone di un bar... non so neanche se ho pensato o detto, ad alta voce, "Occhiaie perfette...sembrano disegnate per un set horror" evito gli specchi... invece di evitare di leggere certe cose, continuo a non guardarmi... strano, perchè non faccio altro che archiviare foto in questi giorni ed ogni 3 scatti, c'è un pezzo di me... ma le foto, si sa, sono dei falsi... non mi riprenderei mai in un momento nero... l'egocentrismo non li tiene in conto... tradisco la vera forma fissando questi momenti... per poi farne cosa? ah già...dare un'immagine superficiale che non corrisponda a tutto...qualcosa di piacevole quando dentro non c'è nulla di piacevole... tempo fa, c'era un caleidoscopio e dei frammenti d'immagine... infiniti frammenti...tante piccole sfaccettature che componevano, o avevano la presunzione di comporre, il senso di qualcosa... e nella frammentazione di ogni cosa avevo trovato un senso... ora, che tutto appare così unito, come un'immagine riflessa su di uno specchio, non trovo più un senso a niente...



permalink | inviato da il 17/1/2007 alle 14:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
7 gennaio 2007
è lì, a pochi passi... non mi guarda o forse sì anche se non ha occhi nè consistenza... è lì, a pochi passi da me... [sta piovendo sulle luci della strada... e tu sei qui con me] ho sparso sigarette intorno a me conterò a voce alta per ogni boccata "3, 2, 1" meno fiato, meno piacere... [sono un dolce vagabondo che ha lasciato il suo tesoro] non so perchè ma ho lasciato i fogli bianchi aperti davanti a me ed un tratto pen senza cappuccio [ti ho nascosta nel giaccone per non farti prender freddo] cerco il silenzio...vorrei il silenzio dentro...per un po'...solo per un po' per pescare qualcosa [faccio un brindisi per noi a quando ti rincontrerò] e renderlo splendido, brillante, unico... unico... o almeno particolare... o almeno sentito... qualcosa... ...e tutto si chiude con un sax che scende... come me...



permalink | inviato da il 7/1/2007 alle 21:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
15 settembre 2006
sono forse saturo?



permalink | inviato da il 15/9/2006 alle 16:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
14 settembre 2006
...osservando
piove ma non abbastanza per avere una cadenza armoniosa è più un velo che si lacera e si ricompone nell'arco di uno sbadiglio come quello che provoca troppo spesso la cadenza monotona delle materne ossessioni ho problemi a dire cosa farò tra un secondo come potrei dirti dove sarò più tardi? E scende un po' di grigio a colorare la stanza e mi accorgo che i colori non variano quando gli occhi sono troppo stanchi per cercarne le mille sfumature solo il contrasto di righe boriose con il bianco non riciclato dà un minimo di senso a tutto quanto accendo ciò che rimane dell'illogicità e cerco un modo affinchè questa prevalga su tutto



permalink | inviato da il 14/9/2006 alle 14:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
30 luglio 2006
...guerra...
                            

                         



permalink | inviato da il 30/7/2006 alle 23:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
29 giugno 2006
...tic tac
"un buon meccanismo senza la pila giusta... lancette ferme in attese di ripartire a scandire un tempo che potrebbe risultare gradevole o almeno vitale per qualcuno... ed in mezzo all'oscillare di pendoli precisi, cadenze digitali e antiche rotelle che non perdono colpi, si abbandona l'orologio... si guarda dietro e scopre di avere una carica a mano oltre lo spazio per la batteria e si chiede se conosce o meno le dita che lo riattiveranno..."



permalink | inviato da il 29/6/2006 alle 2:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
26 marzo 2006
...sarà il caso che cominci a riquadrare alcune cose...



permalink | inviato da il 26/3/2006 alle 22:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
9 febbraio 2006
...commento
L. è morto stanotte... per il telegiornale era un ragazzo di 19 anni, nome+cognome, che guidava all'una di notte ed è incappato in un "infortunio autostradale" L. è morto ed io l'ho saputo oggi uscendo da un esame che fino a venti minuti prima era il mio più grande dramma... quando ho sentito mia madre che accennava al bisogno di dirmi una cosa brutta, bruttissima ho pensato ad una dipartita e, con un cinismo epocale, ho visualizzato un trapasso sereno di un anziano sofferente (...quello accaduto a mia nonna non più tardi di un anno fa) ...forse è per questo cinismo davanti alla morte come termine di una lunga esistenza che non ho compreso subito il nome ...forse, quando la mia mente ha capito di chi si stava parlando, tutto si è bloccato... ho chiesto tempo per riflettere un attimo e a stento ho trattenuto le lacrime... cosa fare? chi chiamare? cosa fare? chi chiamare? ho richiamato la fonte della notizia per capire come fosse successo...una morte improvvisa come solo lei sa essere... L. è morto... ...non ce la faccio ad andare avanti...



permalink | inviato da il 9/2/2006 alle 20:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
4 febbraio 2006
Rotolando verso sud (a nord lei...ad ovest i cuscini)
primi scampoli di vita di coppia vale a dire scaramucce di prima mattina...lui sonnolente e sofferente, lei affettuosa e dolciona che intraprende la strada del risveglio con coccole... roba da letteratura rosa e canoni narrativi romantici peccato che il lui in questione abbia la mia testardaggine e che continui a reclamare riposo... e per un paio d'ore ci sarà da ricucire un crack momentaneo...niente di grave ovviamente però preferivo un inizio migliore...



permalink | inviato da il 4/2/2006 alle 12:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
17 gennaio 2006
alta e bassa marea di pensieri...pendo a destra e a sinistra
lasciando andare tra le dita mille cose che potrei trattenere
...umore ballerino



permalink | inviato da il 17/1/2006 alle 14:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
6 gennaio 2006
silenzio
canta per farmi addormentare... ne ho bisogno perchè sono stanco di vivere non voglio svegliarmi da solo ma più non voglio svegliarmi più ...e continuo a giocare a palline con gli Smiths



permalink | inviato da il 6/1/2006 alle 0:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
5 gennaio 2006
appeso al filo di una winston bianca e di un vino dimenticato dal dio della fermentazione... poco fa disteso sul letto a guardare la sigaretta... ancor prima a fissare un muro bianco... distanza per fraintendersi... distanza per non capirsi... non capirsi... la gola secca...non riesco più a parlare... wish I was a neutron bomb...for once I could go off



permalink | inviato da il 5/1/2006 alle 22:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
5 ottobre 2005
.......ho ricevuto una lettera da una persona che sta per morire



permalink | inviato da il 5/10/2005 alle 14:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
31 luglio 2005
in tre anni qualcuno, qualcosa o un fattore x si è portato via 3 persone che appartengono alla risma dei miei ricordi più belli... 3 persone che vivevano ad una o due scale sotto di me... 3 persone che se ne sono andate prima del previsto... 3 persone che rendevano particolare la vita di questo condominio dove sono nato, cresciuto e vivo tuttora... 3 persone che hanno sempre avuto una parola per me anche di sfuggita...e non perchè ce n'era il bisogno per la circostanza (vedi buoni e falsi rapporti tra inquilini) ma semplicemente perchè amavano intrattenersi e parlare con chi divideva l'esistenza con loro... e mentre le lacrime non si fermano, continuo a ripensare all'ultima cena del condominio...tanto tanto tempo fa ...quei momenti di happening che, se fatti dalle persone giuste, sono ricordi che ti faranno sorridere per tutta la vita (anche se con un fondo di acqua salata dai bordi degli occhi)...beh...la cena... P che ballava guidato dal suo sangue romagnolo...G che lo prendeva in giro "non hai più l'età per fare il giovine... siediti tra i vecchietti e stai buono"...e E che rideva e ammoniva tutti e due...e per più volte ho pensato, riguardando quelle immagini, che eravamo un gruppo di persone che riusciva a condividere lo stesso tetto senza ricorrere ad espedienti frivoli per litigare... mi mancate e tanto...



permalink | inviato da il 31/7/2005 alle 14:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
9 maggio 2005
Zerbino? No grazie...ho smesso
ho già abbastanza problemi in capo ad una giornata... ...vorrei evitare ogni tanto le offese gratuite se possibile...



permalink | inviato da il 9/5/2005 alle 23:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
4 maggio 2005
Da dove parte la voglia di piangere? Dal groppo in gola? Dagli occhi che sussurrano "acqua, acqua"? Dalla mente che brucia? Dalle mani che tremano? Dallo stomaco che si chiude? Dallo sguardo che ha visto qualcosa che preferiva evitare? Oppure dalla memoria che riporta qualcosa che era meglio non riportare? ...e se uno ha tutte queste sensazioni insieme cosa fa? Sta per trasformarsi in una scintillante fontana?



permalink | inviato da il 4/5/2005 alle 15:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
30 aprile 2005
Se Telefonando
"Vedi...i gesti sono semplici e comuni. Alzi la cornetta; componi il numero; appoggi l'orecchio ed attendi la risposta. Poi senti il 'pronto' al che tu cominci a parlare e la inondi di discorsi senza darle il tempo di dire 'no, scusa ho da fare'... ti togli il pensiero...ti togli il magone ed al tempo stesso la risenti dopo un po' e sono sicuro che ti fa anche bene..." "E se non risponde?" "Beh, quello è un altro discorso...e quello, soprattutto, può dare adito a mille film mentali..." "Eh, lo so..." "Non ti ha risposto, vero?" "..."



permalink | inviato da il 30/4/2005 alle 19:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
26 aprile 2005
Sicurezze esistenziali
...in fin dei conti, voglio solo sopravvivere...



permalink | inviato da il 26/4/2005 alle 10:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
26 aprile 2005
post 25
...una giornata con nuvole basse e cariche di pioggia... ...mattinata ventosa e speranza di sole per il pomeriggio... il ritrovarsi in piazza al concerto...Antonio carico di birra ed alcolici...il sapore di alcool alle 5 del pomeriggio...la Bandabardò che intona i pezzi migliori...quelli che tirano di più...il pogo...tutti noi a saltare come i vecchi tempi...tutti ...e nessuno cade...e nessuno si stanca...2 ore che volano poi a casa per una doccia e cibo freddo...ancora in fuga per un altro concerto...ex band...non digerirò mai il nuovo stile che hanno adottato...mi ricorda più uno stupro musicale...niente a che fare con il termine "nuovo arrangiamento"...poi un cerchio che si chiude dopo oltre 2 mesi...il cappello abbassato per coprire gli occhi...le lacrime che scendono..."Allora, buon viaggio"... "Grazie"...tornare indietro; abbracciare qualcun altro; baciare qualcun altro... è stata forse più una Liberazione personale che totale...o forse no?



permalink | inviato da il 26/4/2005 alle 10:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
21 aprile 2005
Parole, scelte
"Tu credi nelle scelte?" "Ovviamente..." "E sai che ogni scelta comporta un'immersione nel dolore e nel piacere?" "Certo" "E sai anche che le cose a volte non vanno per il verso giusto oppure vanno bene però non si stabilizzano come dovrebbero?" "Sì" "E che a volte non si riesce a comunicare pienamente ciò che si vorrebbe e chi hai davanti si comporta di conseguenza?" "Beh, sì..." "E, per finire questa trafila, sai anche che poteva finire così?" "No, così non immaginavo che finisse... o almeno, che certe parole non uscissero." "Hai scelto te di leggerle..." "Sì ma non credevo che facessero così male." "Hai scelto te...prendi la tua responsabilità" "D'accordo..." "Ed impara, dannazione...impara" [...ho bisogno di una nuova vita... ...ho capito che non potrò dartela...]



permalink | inviato da il 21/4/2005 alle 19:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
18 aprile 2005
amo camminare...mi piace sentire la strada mentre scorre sotto le suole consumate delle mie Adidas-un-tempo-bianche...mi piace salire e scendere...grugnire per la fatica di una scalinata bagnata dalla pioggia...mi piace attraversare i prati tagliati ed innaffiati da poco bagnando ogni centimetro dei vecchi calzini...buttare un occhio intorno e chiedersi quando impiegherò ad attraversare quelle case...tra quanto arriverò nel punto che ho scelto come meta... ...due piedi che tengono il passo...le cuffie che mandano la musica giusta ed io che canto non badando all'intonazione o a chi mi incrocia per la via...un punto nero dall'alto...un'ombra controluce... una sagoma al bordo della stada o un rompiscatole al centro della linea...adoro camminare e vedere mille volte le cose che da sempre incrocio per scoprire particolari mai visti prima... Stranamente, oggi, ho voglia di lasciarmi scivolare su di un muretto e lasciar correre un po' di tempo... non è fatica...solo non ricordo più dove stavo andando... [Sullivan Street...]



permalink | inviato da il 18/4/2005 alle 17:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
18 aprile 2005
una canzone per uno stato d'animo...una canzone per commentare una sensazione...vado a cercare nelle parole di altri quello che sento ora in me...e la scelta torna a Yorke perchè lui sa cosa vuol dire... sa cosa vuol dire ciò che sento ora... "...quando eri prima qui non potevo guardare il tuo occhio tu sei simile ad un angelo la tua pelle mi fa piangere discendi come una piuma in un mondo bellissimo vorrei davvero essere speciale e tu sei così fottutamente speciale... ma sono un coglione, un tipo inutile che cazzo sto facendo qui? non appartengo a tutto questo... non mi importa se fa male voglio avere il controllo voglio avere un corpo perfetto ed un'anima perfetta... vorrei che tu vedessi quando non sono qua intorno tu sei così fottutamente speciale vorrei esserlo anch'io ...lei sta finendo di nuovo lei sta finendo... qualsiasi cosa ti faccia felice qualsiasi cosa tu voglia..." "...sono scivolato via... noi abbiamo teste poste sopra bastoni tu hai ventriloqui ed io rimango seduto nelle ombre sul bordo del mio letto..."



permalink | inviato da il 18/4/2005 alle 0:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
12 aprile 2005
"Ma situazioni sentimentali tranquille no, eh?" "E' più facile che mi facciano un espresso come si deve da StarBucks" [listening to Eels] Per E (forse tu mi capisci) ...un'ombra lungo i binari cammino su una linea morta mi sento come un vecchio custode di una stazione dove il treno non passa più eppure io continuo a lucidare le ringhiere e pulire i vetri... ...continuo a stirare la divisa a rinforzare lo straccio verde e quello rosso per segnalare ....ed intanto l'erba cresce tra i blocchi di pietra e le rotaie si fanno sempre più fredde...



permalink | inviato da il 12/4/2005 alle 3:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
10 aprile 2005
fino ad ora tutto strambo... il mercurio nel termometro ha la verve di una samba carioca... e su e giù e su e giù ...guarirò mai?



permalink | inviato da il 10/4/2005 alle 18:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
9 aprile 2005
5 su 5... ...e chi vuole intendere, intenda...



permalink | inviato da il 9/4/2005 alle 12:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
4 aprile 2005
Father&Son
In fin dei conti hai ragione. Il mio ruolo ultimo in questo istante, e in quelli che verranno, è quello di essere un figlio da "vetrina": bravo, studioso, da esibire ai conoscenti come un esempio di maturità e correttezza... ...nient'altro... peccato che stia portando avanti troppe cose e, come dire, non hai tempo per ascoltare tutta la mia vita. [scusate lo sfogo] ps: c'è chi passa e dice di amarti ma non si decide a prenderti... io ci sono e rimango con il mio affetto... ...ricordatelo



permalink | inviato da il 4/4/2005 alle 22:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
20 marzo 2005
parole
A volte, basta poco per ferire a morte una persona... ...sei un ragazzino... (un occhio si chiude e viene lavato)



permalink | inviato da il 20/3/2005 alle 18:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Una certezza


"If you're so funny, then why are you on your own tonight?
And if you're so clever, then why are you on your own tonight?
If you're so very entertaining, then why are your own tonight?
If you're so very good looking, why do you sleep alone tonight?
I know, because tonight is just like any other night,
It's why you're own tonight."